Le cose più importanti da vedere a Lisbona

di Emanuela

Tra le cose più importanti da vedere a Lisbona abbiamo selezionato 2 Patrimoni Unesco di cui uno intangibile

Per le cose più importanti da vedere a Lisbona ci vuole il giusto passo, anzi, un ritmo lento figlio della quotidianità portoghese. Ovunque andrai ti accorgerai che le persone prendono la vita con assoluta pacatezza.

Quindi il nostro consiglio è: non andare di fretta. In questa prima selezione troverai 2 cose da vedere a Lisbona che non puoi perdere assolutamente. Queste sono legate a loro volta a due quartieri distinti.

L’Alfama

Ci sentiamo di dirti che ognuno ha il suo fascino e un gran carattere ma partiamo dall’Alfama perché il suo concentrato di case e viuzze sottili sono un’esperienza indescrivibile. Ne puoi capire l’anima solo percorrendola o salendo sul tram 28, che da queste parti è un’istituzione.

Le facciate delle case, scrostate e lucenti, con una velatura di azulejos -le piastrelle dipinte che ricordano un altro passato- sono decadenti ma di forte impatto emotivo.

Si sente correre l’influenza araba tra i vecchi palazzi e le fontane custodite nei patii, ma si sente anche quel cambio di destinazione d’uso che ebbe nel corso dei secoli. È il quartiere dei marinai, degli scaricatori di porto con i balconi fioriti, i panni stesi ad asciugare, la vivacità popolare, la malinconia che vive nelle espressioni quotidiane dei lisbonesi.

Fado Lisbona Foto di djedj da Pixabay

Fado Lisbona Foto di djedj da Pixabay

Il Fado

Tra le cose più importanti da vedere a Lisbona, c’è senza dubbio il folklore, le feste dei santi a giugno ma soprattutto le Case del Fado, dei piccoli gioielli di cultura.

Il Fado è una delle musiche che appartengono al mondo intero, Patrimonio intangibile dell’Umanità, uno stile di vita, una voce che strazia l’animo, una chitarra e una viola. È un suono che ripete quella malinconia dei portoghesi che si lega indissolubilmente all’amore e ai sentimenti. La chiamano Sausade, nostalgia.

Nelle Case del Fado i musicisti e cantanti che ne hanno fatto un’arte e lo hanno tramandato si autoinvitano a esibirsi, è una magia. L’identità di un quartiere, e poi di una città, e poi del mondo intero, è racchiusa semplicemente dentro una musica sincera.

Il Fado del popolo

In questo quartiere si ascolta il Fado Vadio, cioè un fado per tutti. Non importa se si è cantanti, conta l’emotività che ne esce. È una musica errante, piena di sorprese.

Per approfondire l’esperienza puoi entrare al Museo del Fado che raccoglie la storia di questo genere di musica fin dai primi anni del XIX secolo.

La prima grande interprete è la cantante Maria Severa Onofriana, e per questo la culla del Fado si fa risalire al quartiere Mouraria: era dove viveva. La sua casa è diventata uno dei locali più conosciuti di Lisbona.

Un altro luogo che ti consigliamo, per vivere il Fado in un’atmosfera speciale, è il Cristal Fados -nel Barrio Alto– che ospita la musica in un ambiente di specchi e candele. Quando è tutto illuminato si crea un piccolo incantesimo.

Belem

Tra le cose più importanti da vedere a Lisbona non possiamo lasciare indietro quella da cui ha origine il nome del Quartiere di Belem.

Di certo conosci la Torre di Belem, famosissima perché da quel punto esatto, nel XV secolo, salpò Vasco da Gama per le Indie. Uno dei luoghi più visitati e riconoscibili al mondo. Ma non solo. Questo è un quartiere amato. È aperto, fresco, con i viali alberati e un’appartenenza al Tago che gli altri quartieri non hanno.

Monastero Dos Jeronimos Foto di Gerhard Bögner da Pixabay

Chiesa di Santa Maria di Betlemme Foto di Gerhard Bögner da Pixabay

Il Monastero dos Jeronimos

Qui si trova il Monastero dos Jerónimos, un  altro Patrimonio Unesco che trionfa per il suo stile nazional-manuelino. Questa forma di architettura nata sotto Re D. Manuel I prese i canoni gotici e rinascimentali e li mescolò con quelli musulmani. Si ampliarono -così- le volte e le forme geometriche, diminuirono gli elementi decorativi.

L’edificio nello specifico venne costruito su un preesistente eremo, dove proprio Vasco da Gama aveva pernottato, e simboleggia “L’Età delle Scoperte”.

Dopo quella spedizione il Portogallo ottenne il monopolio sul commercio di spezie. Per questo il Re volle celebrarla con un edificio che fosse all’altezza della nuova pagina di storia della loro nazione.

Dove riposano i grandi

L’interno è favolistico e custodisce tre tombe molto importanti. La tomba di Vasco da Gama, ovviamente; la tomba di Luis de Camoes, cantore del da Gama e considerato il più grande poeta portoghese; infine la Tomba di Fernando Pessoa, uno dei più grandi scrittori e poeti al mondo, che in tempi più recenti è stata traslata di fianco agli altri due. Tutte e tre le reliquie si trovano nella Chiesa di Santa Maria di Betlemme che ha dato il nome all’intero quartiere.

Di cose importanti da vedere a Lisbona ce ne sono altre. Continua a seguirci, ti portiamo negli occhi i segreti e la storia di questa città meravigliosa e di grande respiro.


Non perdere il TOUR DEL PORTOGALLO AUTENTICO di 8 giorni – 7 notti (da aprile)

Oppure se sei un appassionato/a del PORTOGALLO CLASSICO non perdere le nostre offerte

Vuoi visitare il PORTOGALLO E SANTIAGO DE COMPOSTELA? Visita questa pagina.


Per uscire dalla grande metropoli di Lisbona puoi raggiungere CASCAIS e dedicarti al mare, alle SPIAGGE DI CASCAIS


 

 

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare

Lascia un Commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi

Privacy & Cookies Policy
error: Questo contenuto è protetto!!